Google AdWords: come creare il primo annuncio

9 minutos para ler

I tuoi investimenti di digital marketing si basano su Google AdWords? Google AdWords è una piattaforma pubblicitaria di Google. Con esso, il tuo link potrebbe apparire nelle prime posizioni della pagina di ricerca come link sponsorizzato. Controlla qui perché investire!

Hai intenzione di creare un annuncio in Google AdWords per la prima volta? Questa è una grande strategia per promuovere il tuo sito, prodotti o contenuti. Dopotutto, Google è il più grande motore di ricerca al mondo e uno dei migliori siti Web trafficati su Internet.

Questo può sembrare strano a prima vista, anche se Google ha un formato così semplice. La tua home page consiste in nient’altro che un campo di ricerca e due pulsanti: uno che dice Ricerca Google e un altro chiamato I’m Lucky.

Ma la verità è che internet come lo conosciamo non sarebbe lo stesso senza Google. Ti ricordi quando è stata l’ultima volta che hai passato un giorno senza fare una ricerca su quella piattaforma? Già.

Com’è cominciato il Google Ads

La verità è che dalla sua invenzione nel 1998, il motore di ricerca è diventato sinonimo di Internet. Forse questo non fa parte della sua storia, ma la verità è che prima di lui avevamo pochissimo accesso a nuovi tipi di contenuti mentre navigavamo nel world wide web.

Potevi accedere solo a quei siti web di cui conoscevi l’URL o che erano collegati alle pagine che hai visitato.

Non era che non fosse prodotta una grande quantità di contenuti. Ovviamente, se lo confrontiamo con il numero di pagine sul web ora, vedremo che la crescita del numero di siti web a cui è possibile accedere è stata accentuata da allora.

Ma lì, nei primi giorni di Internet, c’era già un sacco di materiale per accedere e probabilmente più di quanto si potesse leggere durante tutta la vita.

Ma come farlo? Senza link diretti o URL che non avresti mai potuto ottenere da nessuna parte. Fino all’emergere della tecnologia dei browser web che ha cambiato il modo in cui navighiamo su Internet.

Con loro è diventato possibile qualcosa che esisteva solo nella nostra immaginazione. La possibilità di pensare a un termine o argomento e trovare una pagina che ne parli. Oggi, l’atto di “dare un Google” può sembrare banale, ma la verità è che la prima ricerca attraverso lo strumento è stata una piccola rivoluzione.

L’evoluzione di Google

Ci si potrebbe chiedere perché abbiamo menzionato tutto questo introducendo un articolo su come creare annunci su Google.

Ma la verità è che senza comprendere questo ruolo cruciale che il motore di ricerca rappresentava nell’espansione di Internet come sappiamo una persona può credere che collocare un annuncio su questa piattaforma è come pubblicarlo su una rivista o su un cartellone pubblicitario.

Ciò che rende le pubblicità fatte in Google speciali è la sua stessa natura. Dopo che la società tecnologica si è affermata, la prima importante sfida è stata trovare un modo per monetizzare la propria tecnologia.

E anche se non volessimo usare di nuovo il termine “rivoluzione”, ciò sarebbe inevitabile.

Quello che Google si è reso conto all’inizio è che è molto più facile attrarre le persone a cose a cui hanno già mostrato interesse. E questa strategia sarebbe stata immortalata e riutilizzata dai marketer e persino dai grandi social network, come Facebook o Instagram fino ad oggi.

Il fatto che dando un Google, una persona trovi esattamente quello che sta cercando è diventato sinonimo di efficienza. E anche un’opportunità. Se solo il motore di ricerca fosse in grado di offrire agli inserzionisti la possibilità di offrire offerte in particolare a coloro che avevano precedentemente mostrato interesse per loro, sarebbe di fronte a una miniera d’oro.

Come già sai, è esattamente quello che è successo. Ecco perché oggi ogni ricerca effettuata su Google, per quanto semplice, è collegata a un risultato pubblicitario. Probabilmente è stato questo che ha attirato la tua attenzione e ti ha fatto venire qui.

Ma molte persone potrebbero sentirsi intimidite dal framework di creazione di annunci che Google mette a disposizione.

Google AdWords e AdSense

Nel corso degli anni, il tuo strumento per prevedere chi potrebbe essere interessato ai tuoi contenuti, prodotti o servizi è diventato più complesso. E questa complessità ha reso persino i professionisti specialmente dedicati alla creazione di annunci per Google.

Tuttavia, non è perché esistono che è necessario utilizzare i loro servizi. È estremamente possibile imparare come navigare in AdWords e capire come posizionare gli annunci che generano traffico e conversioni sul tuo sito web.

Il primo passo verso la creazione di questo apprendimento è comprendere la miriade di scopi che Google Ad può realizzare. Quando guardiamo le affermazioni sulle pagine di giornali e riviste vediamo che hanno una cosa in comune. Sono tutti fatti per vendere un particolare prodotto o servizio.

Il primo passo verso la creazione di questo apprendimento è comprendere la miriade di scopi che Google Ad può realizzare. Quando guardiamo le affermazioni sulle pagine di giornali e riviste vediamo che hanno una cosa in comune. Sono tutti fatti per vendere un particolare prodotto o servizio.

Tuttavia, non si può dire lo stesso degli annunci Google. Spesso esistono al solo scopo di generare consapevolezza del marchio. Oppure attirare le persone verso una strategia di marketing dei contenuti.

Il fatto che questi annunci possano contemplare gli scopi più diversi li rende utili per molti tipi di professionisti. Pensa, ad esempio, che hai scritto un libro e creato un blog solo per renderlo pubblico. Google è il luogo ideale per fare investimenti pubblicitari quindi.

Innanzitutto perché è nello stesso contesto della sua principale forma di promozione, il blog. In secondo luogo, non discrimina il tipo di promozione che vuoi fare. È possibile, ad esempio, creare una serie di brani correlati all’argomento che copri nel tuo libro e collegarli a contenuti che hanno una migliore possibilità di convincere il tuo lettore a comprarlo.

Lo stesso si può dire di promuovere i tuoi servizi come marketer. O l’uscita di una fiera dell’artigianato.

La pubblicità online è un modo per abbinare i grandi attori del mercato. Perché anche se hanno un budget maggiore da investire, la loro pubblicità potrebbe essere migliore della loro. Più interessante, dinamico e diretto agli interessi di un determinato mercato di nicchia.

Questo fa la differenza. Quindi ecco cosa serve per lanciare una campagna di annunci Google oggi.

Google Adwords

1. Crea un account con Google

Il primo passo per iniziare con Google AdWords è creare un account con Google se non ne hai già uno. Utilizzando il tuo account Google, sarai in grado di gestire servizi cloud come Google Drive, personalizzare i risultati di ricerca e persino iniziare a creare le tue campagne.

Ciò contribuirà a farti iniziare a sfruttare la tua attività con Google AdWords.

2. Accedi a Google AdWords

Quindi vai al sito Web https://adwords.google.com e fai clic su Inizia ora / Inizia ora. Google AdWords richiede che tu ti iscriva specificamente per la piattaforma elencando il nome del tuo sito web e altre informazioni importanti relative alla tua presenza su Internet.

Compila questi campi con attenzione e se hai domande, chiama gratuitamente il numero 0800 727 8943.

3. Crea la tua prima campagna

Fai clic sul pulsante Crea campagna per accedere alla stessa interfaccia pubblicitaria di AdWords.

D’ora in poi, lavorerai con la configurazione degli annunci sulla piattaforma e avrai opzioni come l’impostazione del tipo di campagna, la scelta di quali località del globo target e la nicchia degli utenti che la visualizzano e la creazione di un’offerta.

4. Seleziona il tipo di campagna che vuoi fare

La prima cosa che apparirà quando fai clic su crea una campagna sarà la possibilità di personalizzare esattamente il tipo di iniziativa che intendi costruire con i tuoi annunci.

Le campagne Google sono divise per reach, nel senso che quando parliamo di tipo di campagna intendiamo in quale supporto verrà inserito. Il più raccomandato, all’inizio, è che selezioni “Solo rete di ricerca” o Solo rete di ricerca.

In questo modo creerai una campagna particolarmente adatta a persone che cercano termini specifici su Internet. Questo è il tipo più fondamentale di campagna Google, quindi lo utilizzeremo come esempio nel nostro articolo.

Visualizza le campagne di rete, come sono anche conosciute, crea gli annunci che vedi quando inserisci un determinato termine nella casella di ricerca di Google.

Questi annunci vengono “mascherati” come i primi risultati del tuo appartamento. Cioè, anche se hanno un avviso che stanno facendo pubblicità, questa informazione è spesso impercettibile per la maggior parte dei lettori.

Un annuncio sulla rete display garantirà che i risultati che desideri mostrare abbiano un impatto maggiore di quelli organici. In quanto tale, le informazioni a pagamento possono andare oltre e raggiungere più persone perché ottiene la priorità tra i risultati di una selezione di termini.

5. Scegli la posizione geografica della tua campagna

Tuttavia, anche quando crei una campagna display di rete, probabilmente non vuoi che tutti sul pianeta accedano ai tuoi contenuti. Si consideri, ad esempio, che il tuo prodotto o servizio è descritto in portoghese. Stando così le cose, è improbabile che l’accesso di qualcuno che parla solo francese sarà davvero utile per sfruttare la tua attività.

Ecco perché Google ti consente di scegliere quanto grande (o piccola) sarà l’area interessata dai tuoi annunci. Questo è un modo in cui dobbiamo inizialmente filtrare il tipo di buyer persona che avrà accesso a loro e garantire che saranno il più utile possibile.

7. Crea il tuo gruppo di annunci e scrivi il tuo primo messaggio

Esiste una correlazione diretta tra il numero di persone che fanno clic sugli annunci e la presenza di una determinata parola chiave in essi. Quindi la parte più importante del tuo intero processo sarà definire quale messaggio sarà contenuto nelle tue affermazioni.

Usa parole chiave nel titolo ogni volta che puoi, ricordando che la dimensione di questo campo sarà limitata a circa 25 caratteri. Per le altre righe del tuo annuncio, crea un testo accattivante con un massimo di 35 caratteri. Attenersi a questi numeri garantisce che tutti coloro che entrano in contatto con il tuo annuncio lo vedranno pienamente, sia sul tuo computer o tablet.

Google ti consentirà sempre di aggiungere un URL di visualizzazione, ovvero, che può essere visualizzato dai tuoi utenti. Non deve necessariamente essere lo stesso destino di loro quando fanno clic sul tuo annuncio, ma dovrebbero far parte della tua pagina web.

8. Inserisci le parole chiave e imposta il costo massimo del clic

Aggiungi eventuali parole chiave che i tuoi contenuti desiderano raggiungere e assicurati che siano tutte relative alla tua campagna. Quindi imposta il costo massimo di un clic, ovvero l’importo massimo che sei disposto a pagare per una parola chiave.

Controlla tutte le tue informazioni e pubblica la tua campagna in AdWords.

Guarda come può essere, non è così difficile creare una campagna in Google AdWords? Sei convinto di cosa può fare questo strumento per l’impatto della tua attività su Internet? Speriamo che questa guida ti aiuti a raccogliere la sfida di mettere annunci online e farti capire una volta per tutte i suoi benefici.

Posts relacionados

Deixe uma resposta