che futuro

5 indizi per capire se la tua azienda sbaglia tutto sui social media

See on Scoop.itCome fare Social Media Marketing

Vincenzo Cosenza spiega quali sono i 5 campanelli di allarme che identificano una azienda che non ha capito a cosa servono i social media:

1. I social media come canale

“I social media sono quei media – o più precisamente spazi di relazione – che permettono sia la socializzazione del trasporto che la trasformazione dei messaggi. In altre parole il messaggio, aziendale/politico, non è più immutabile e direzionato dall’alto, ma diviene oggetto di modifica e ridistribuzione da chiunque abiti questi spazi. Di conseguenza ostinarsi a pensarli come canali attraverso i quali spingere il proprio verbo è un atteggiamento foriero di nefasti accadimenti”

2. I social media come appendice

“Avere un social media plan non vuol dire avere un approccio strategico aisocial media, quando lo sforzo risiede in un semplice adattamento degli stili di comunicazione. Bisognerebbe, al contrario, considerare queste nuove attività non come appendici della comunicazione tradizionale, ma come integrate nella strategia di comunicazione e soprattutto legate agli obiettivi di business.”

3. Il successo legato al numero di fan/follower

“Ci due tipi di aziende che sbagliano l’approccio alla misurazione: quelle che preferiscono non misurare i risultati delle proprie attività sui social media e quelle che lo fanno considerando le metriche sbagliate. Le prime pensano che sia inutile qualsiasi tipo di analisi scientifica perché l’importante è esserci dato che ci sono anche i concorrenti. Le seconde, pensando di essere più sveglie, applicano le logiche di misurazione dei mass media a spazi relazionali. Queste ultime sono quelle che avranno le sorprese più negative in quanto, sulla base di inutili risultati quantitativi, compiranno scelte costose e irrilevanti.”

4. Social media senza regole

“Nelle aziende più strutturate conviene creare documenti distinti con finalità differenti:

una carta di principi generale una policy per l’uso dei social media da parte dei dipendenti delle regole per i fornitori esterni policy specifiche per le piattaforme in cui l’azienda ha sviluppato una presenza linee guida per i casi di crisi aziendale”

5. Social media senza organizzazione

“La storia dimostra che le aziende che hanno ottenuto i maggiori successi sono quelle che hanno creato un team dedicato con a capo un responsabile, coinvolto nelle scelte di comunicazione più generali. Il team deve anche ottenere il supporto delle altre aree funzionali o, ancor meglio, essere composto da persone che appartengono ad esse. In questo modo si scongiurerà il rischio di una gestione piegata esclusivamente alle finalità di breve periodo di un piccolo gruppo di potere.”

Per sapere di più su Vincenzo Cosenza:

– blog: http://vincos.it/

– Twitter: @vincos

 

Flavian Mihai

www.funkymarketing.it
See on www.chefuturo.it

Ad

Commenti

Cosa è Funky Marketing?

FunkyMarketing è un'idea di Flavian Mihai, consulente di Social Media Marketing e junior Motion Designer. Aiuta imprenditori e piccole imprese a comunicare e a sviluppare strategie valide di social media marketing. Sul blog tratta argomenti come strategie e tattiche sui social media, content marketing, SMO, Viral marketing, Facebook, Twitter, Pinterest, Google+ e video Marketing.

Scrivimi: flavian@funkymarketing.it

Funky Media
Via Martiri di Berceto, 4
50068 Rufina - FIRENZE
P.IVA 06263830488

Seguimi su Twitter: @flavian6

GUIDA: Come creare una strategia di Social Media Marketing

Ricevi subito gratuitamente la mia guida e impara a creare una strategia di social media marketing efficace in soli 6 passi!
Compila il form sotto: