lo stato dei social media 2012/2013

Social Media nel 2013: statistiche e trend

Ci siamo. Il 2013 è quasi arrivato e tutti cominciano a tirare le somme di questo 2012, in particolare sullo stato dei social media. Così ho deciso anch’io di aggiungermi al gruppo partecipando con una “piccola” videoinfografica sui social media e sugli effetti generati nel mondo fino ad oggi: dal mondo politico alla televisione e alle startup. Premetto che ci sarebberò tante altre cose da dire ma non è così facile raccontarlo in 2 minuti e più. Ecco il video:

Ma vediamo insieme nel dettaglio le statistiche!

La TV diventa sempre più social

Questo è quanto emerge dall’ultimo studio effettuato da Ericsson ConsumerLab e presentato nel loro report TV  & Video Consumer Trend:

[list style=”arrow”]

  • il 62% usa Facebook o Twitter mentre guarda la TV;
  • i dispositivi mobili giocano un’importante ruolo: il 67% utilizza i tablet, smartphone e pc per guardare la TV o video;
  • oltre il 25% dei consumatori utilizza i social media per discutere in tempo reale quello che stà guardando.

[/list]

Anche le statistiche rilasciate da Youtube non sono da meno:

[list style=”arrow”]

  • più del 20% delle visualizzazioni provengono da dispositivi mobile;
  • ogni minuto vengono caricate 72 ore di video, di cui 3 ore di video da dispositivi mobile;
  • ogni mese guardiamo più di 4 miliardi di ore di video. E il trend sembra non fermarsi.

[/list]

Scarica gratis il report TV  & Video Consumer TrendScarica Report

I social media come strumento di rivoluzione

Con governi sempre più corrotti nel mondo, i social media si sono dimostrati degli ottimi strumenti per coinvolgere le persone e portare la rivoluzione nelle strade. Dal primo caso avvenuto nella Repubblica Moldava nel 2009, alla Primavera Araba e ai Movimenti Anticorruzione formati in India (IAC), o le proteste contro ACTA, SOPA e PIPA di questo anno.

I politici, invece, fanno un uso sempre più frequente dei social media come evidenziato dalle recenti campagne presidenziali americane e, in Italia, dallo stesso Renzi.

I social media creano occupazione

wanted analytics report

I social media, e il web 2.0 in generale, offre nuove e importanti opportunità lavorative: dai social media managers ai community managers, ai content curators ecc. Secondo l’ultimo report stilato da Wanted Analytics in USA sono stati pubblicati più di 65000 annunci di lavoro online che richiedesse esperienza nell’utilizzo dei social media.

Non solo: le aziende fanno un’uso sempre più frequente dei social media per assumere nuovi dipendenti. Secondo uno studio annuale effettuato da Jobvite – portale americano per il recruiting online (e-recruiting) – evidenzia  che il social recruiting è in costante crescita:

[list style=”arrow”]

  • il 92% dei partecipanti utilizza o pensa di utilizzare strumenti di social recruiting;
  • il 73% delle aziende hanno assunto personale attraverso i social media;
  • il 43% dei recruiters che utilizzano piattaforme di social recruiting hanno visto un’aumento della qualità dei candidati

[/list]

Scarica il report: Scarica Report

Interessanti anche i dati sull’utilizzo dei social media da parte dei candidati – nati sempre da un sondaggio condotto da Jobvite:

[list style=”arrow”]

  • l’88% delle persone in cerca di lavoro è iscritta a un social network;
  • 85% delle persone in cerca di lavoro ha un profilo su Facebook, 51% su Twitter e 44% su LinkedIn;
  • al 23% delle persone sono state chieste informazioni sui loro profili sui social network durante un colloquio;
  • i contenuti pubblicati su Facebook creano più problemi a chi è in cerca di lavoro, rispetto a quelli presenti su Twitter e LinkedIn.
  • il 52% utilizza Facebook per cercare lavoro (+48% rispetto al 2011).

[/list]

Scarica il report: Scarica Report

 Quali sono i trend?

social media report 2012

Secondo quanto rilasciato da Nielsen e NM Incite nel loro ultimo report Social Media Report 2012,  l’utilizzo del mobile sembra essere il trend in maggiore crescita: il 94% dei consumatori accedono ai social media dai pc (-4% rispetto al 2011); il 46% dal mobile con una crescita del 37%, e solo il 16% accede da tablet (+3%).

Sicuramente il 2013 è l’anno del mobile, l’anno che vedrà nascere sempre più social network di nicchia e l’anno dove (a parer mio) forse i contenuti video, e in particolar modo Youtube, riceveranno più attenzione e saranno sempre più adottato dalle PMI.

Che ne pensi? Quali strumenti utilizzi maggiormente per navigare sui social media? Quali social hai adottato fin’ora?

 

Ad

Related Posts

social state video-infographic

SOCIAL STATE: Guida allo Stato dei Social Media nel 2013

Integrare i social media nell'azienda infografica

Come integrare i social media in azienda con un’infografica

Commenti

Cosa è Funky Marketing?

FunkyMarketing è un'idea di Flavian Mihai, consulente di Social Media Marketing e junior Motion Designer. Aiuta imprenditori e piccole imprese a comunicare e a sviluppare strategie valide di social media marketing. Sul blog tratta argomenti come strategie e tattiche sui social media, content marketing, SMO, Viral marketing, Facebook, Twitter, Pinterest, Google+ e video Marketing.

Scrivimi: flavian@funkymarketing.it

Funky Media
Via Martiri di Berceto, 4
50068 Rufina - FIRENZE
P.IVA 06263830488

Seguimi su Twitter: @flavian6

GUIDA: Come creare una strategia di Social Media Marketing

Ricevi subito gratuitamente la mia guida e impara a creare una strategia di social media marketing efficace in soli 6 passi!
Compila il form sotto: